Materiali

La materia è energia in attesa di accadere  (Bill Bryson)

La scelta del metallo da utilizzare nella produzione di medaglie personalizzate è influenzata dal design e dall’effetto finale voluto. Realizziamo medaglie per premiazioni sportive e commemorazioni in ben 9 metalli diversi per aiutarvi ad ottenere il risultato migliore per il vostro evento. Questo significa che, abbinati a 6 placcature e 5 finiture diverse per ognuno di essi, possiamo offrirvi oltre 250 combinazioni  tra le quali scegliere quella più adatta ai vostri gusti ed esigenze.
Qui di seguito sono descritti i tipi di lavorazione del metallo, le placcature e finiture che possono essere applicati per esaltarne l’aspetto finale. Allo stesso modo troverete la descrizione dei vari tipi di metallo, le loro caratteristiche fisiche, per quali tipi di lavorazioni sono indicati e quali effetti si potranno ottenere da ognuno di essi per produrre medaglie personalizzate adatte a voi.

Placcatura o anodizzazione? Scegli il rivestimento più adatto

La placcatura è il processo attraverso il quale il metallo viene rivestito di un altro metallo al fine di migliorarne l’aspetto estetico e di proteggerlo. Il processo di placcatura avviene attraverso galvanostegia, in cui il metallo di placcatura va a ricoprire la medaglia tramite processi di elettrolisi.
È possibile eseguire una doppia placcatura delle medaglie personalizzate (oro/argento, ad esempio) qualora la forma ed i rilievi della stessa permettano questa lavorazione.

L’anodizzazione invece crea una patina di ossido sopra il metallo, intrappolando tra questo e la patina una pellicola di colore che in questo modo viene fissata permanentemente.

ORO
La finitura dorata è elegante e lucida, ideale sia per medaglie che presentino decorazioni quali allori o foglie di palma. Una placcatura dorata farà risaltare figure allegoriche come una vittoria alata; e simboli come stelle o scudi.

ARGENTO
La placcatura argentata viene eseguita per galvanizzazione. Questo tipo di placcatura consente di creare medaglie preziose e sobrie, ideali per far risaltare dettagli quali paesaggi, monumenti e volti.

RAME
Il rame consente di proteggere e abbellire metalli meno nobili, e si presta molto bene a processi di brunitura per conferire alle medaglie personalizzate un aspetto antico e prezioso.

BRONZO
La placcatura coloro bronzo è l’ideale per dare un aspetto solido alla medaglia. Sia brunito che lucidato, il bronzo aiuta a far risaltare appieno le forme in rilievo sullo sfondo.

CROMO
La placcatura al cromo è ideale per creare medaglie dall’aspetto argenteo brillante, lucente e moderno. Semplice alternativa all’acciaio inox, si accompagna volentieri a smaltature vivaci e brillanti.

ANODIZZAZIONE
Questo processo può essere applicato solo all’alluminio, dove altri tipi di placcature non possono essere impiegati. L’anodizzazione consente di colorare l’allumino con ogni sfumatura dell’arcobaleno, ed anche i classici color oro, bronzo od argento. Questo processo è ideale per creare medaglie personalizzate dall’aspetto moderno e vivace, che risaltano dalla massa con un look unico.

Medaglie personalizzate esempi
Modelli medaglie personalizzate

Scegli la finitura che più si addice alla tua medaglia

LUCIDO
Una finitura lucida è l’ideale per metalli e placcature lucenti, quali oro, argento e cromo. Tuttavia molto dipende dall’effetto finale desiderato, rame ed ottone lucidati conferiscono alle medaglie personalizzate un aspetto moderno e ricercato.

OPACO/SATINATO
Una finitura opaca aiuterà i rilievi incisi e le scritte a risaltare, non distraendo l’occhio con un aspetto lucente. Finitura sobria ed elegante, adatta per premiazioni sportive di rilievo.

ANTICATO
Ideale per conferire la patina del tempo su placcature quali rame, ottone ed ovviamente il bronzo. Questa finitura conferirà alla medaglia personalizzata un aspetto nobile ed è adatta sia per premiazioni sportive e commemorazioni importanti.

ANNERITO/BRUNITO
La brunitura del metallo permette di scurirne la superficie tramite processi chimici e termici. Questa finitura aiuta molto a creare chiaroscuri per mettere in evidenza rilievi, incisioni e scritte nel metallo. Adatto particolarmente per medaglie sportive personalizzate dalla grafica complessa e con testi.

SABBIATO
La sabbiatura è ottima per riempire sfondi piatti e far risaltare le immagini a rilievo che, al contrario, andranno lucidate. Inoltre la sabbiatura renderà le superfici ruvide offrendo una sensazione più calda al tatto. È anche adatta per la produzione di medaglie personalizzate con effetti di non-finito o per competizioni sportive estreme e dare un aspetto più rude alle vostre medaglie personalizzate.

Come viene lavorata la tua medaglia

FUSIONE
La fusione del metallo in uno stampo viene usata per la produzione di medaglie personalizzate spesse e con complesse immagini a rilievo che non possono essere effettuate con altre tecniche. Questa tecnica è particolarmente indicata per realizzare medaglie personalizzate in bronzo e altri metalli nobili. La fusione offre subito ricchezza di particolari e rilievi decisi, ed è adatta a lasciare il metallo nudo e per tutte le medaglie sportive il cui aspetto finale coincide con quello dello stampo. Questa tecnica da un lato permette di avere effetti quasi scultorei, tuttavia non sempre consente di lasciare spazi vuoti all’interno del bordo della vostra medaglia su misura.

INCISIONE
L’incisione delle medaglie personalizzate può essere praticata in due modi: a macchina o al laser a seconda dell’effetto desiderato. Le incisioni a macchina consentono di ottenere depressioni significative e sono perfette sia per realizzare effetti tridimensionali, sia per preparare le medaglie personalizzate alla smaltatura. L’incisione a laser invece viene praticata perlopiù per realizzare scritte e decorazioni sul metallo nudo. Il metallo generalmente abbinato alla incisione laser è l’acciaio inox, per quanto si ottengano ottimi risultati anche con placcature oro ed argento. L’incisione laser permette di dare un aspetto moderno e di realizzare dettagli finissimi a prezzi contenuti.

GOFFRATURA
La goffratura delle medaglie personalizzate è il processo nel quale un conio imprime il proprio rilievo sul metallo. È questo un processo classico e molto efficace per imprimere immagini e testi su grandi quantità di medaglie. Questa lavorazione si abbina molto bene con le smaltature policrome, che accentueranno il contorno di una figura o evidenzieranno le scritte dell’evento. Un’altra finitura che si abbina molto bene alle medaglie goffrate sono la brunitura e l’effetto anticato. Queste finiture aiuteranno le immagini a uscire dal fondo, conferendo un bell’effetto tridimensionale alle vostre medaglie personalizzate e al contempo dando all’insieme un’aura più nobile.

TAGLIO
Come l’incisione, può essere praticato sia a macchina che al laser. A differenza dell’incisione, il taglio passa la medaglia da parte a parte creando spazi vuoti all’interno del bordo. Questa tecnica permette di isolare le figure o gli stemmi e creare medaglie personalizzate di grande effetto. Ma perché limitarsi a questo? Le figure all’interno del bordo possono superarlo o sovrapporsi ad esso. La tecnica del taglio consente di superare l’aspetto classico della medaglia ed avvicinarsi ad effetti più grafici, infatti è estremamente adatta per riportare su metallo loghi e stemmi, permettendo di creare medaglie personalizzate originali, moderne e di grande effetto sia al tatto che alla vista.

Scegli il materiale migliore per realizzare la tua medaglia

Di seguito troverete le descrizioni dei metalli ed i tipi i lavorazioni che offriamo per creare le vostre medaglie personalizzate. Per ciascuno metallo vengono descritti quali effetti si possono ottenere per realizzare le medaglie personalizzate perfette per il vostro evento. Troverete consigli sui tipi di smaltature o cromature che possono essere applicate, e quando invece evitarle. L’alta qualità dei metalli utilizzati infatti permette di produrre medaglie sportive personalizzate in metallo nudo di grande bellezza ed effetto. Le coppe e trofei abbinabili ad un ordine di medaglie sono in lega di zinco cromata e personalizzabili nella base.

  • Zinco

    Lo zinco è il quarto metallo più utilizzato sul pianeta. Con un peso specifico di 7,14 g/cm3, è estremamente resistente alla corrosione e, quando lasciato nudo, assume un colore grigio metallico che non muta nel tempo. Lo zinco si trova comunemente in lega al 4,5% d’alluminio, con piccole aggiunte di rame, magnesio e ferro.

    Nelle sue varie leghe, è particolarmente adatto ai processi di pressofusione, permettendo di ottenere medaglie personalizzate a rilievo estremamente dettagliate. Questa caratteristica lo rende particolarmente adatto a lavorazioni complesse, con rilievi 3D e smaltatura cloisonné. L’effetto finale offre medaglie personalizzate complesse e colorate, dal grande effetto estetico ed elaborate in molteplici dettagli.

  • Ferro

    Il ferro è uno dei metalli più comuni sulla crosta terreste, della quale rappresenta il 6,2% in peso. Grazie alla sua abbondanza e reperibilità è anche il metallo più usato al mondo. Il ferro è un metallo duttile e malleabile, perciò dà ottimi risultati sia quando viene versato fuso in uno stampo, sia quando viene goffrato dalla pressione di un conio. Il ferro ha un peso specifico di 7,96 g/cm3, relativamente alto se comparato ad altri metalli.

    Per questo le medaglie sportive personalizzate in ferro danno sempre una bella sensazione di solidità e valore anche quando contenute nelle dimensioni. Il ferro tende ad ossidarsi se lasciato all’umidità o esposto alle intemperie, perciò per eventi in cui la patina del tempo non costituisca un valore aggiunto, è consigliabile una leggera placcatura prima di applicare eventuali smalti.

  • Acciaio inossidabile

    L’acciaio è una lega di ferro e carbonio, nella quale quest’ultimo è presente tra lo uno 0,25% e un 1,7%. Per renderlo inossidabile, così da avere sempre una superficie lucente, vengono aggiunte piccole percentuali di molibdeno, cromo, nichel o manganese.

    Le medaglie personalizzate in acciaio inossidabile hanno un peso specifico di 7,48 g/cm3, e offrono una sensazione di modernità, forza e resistenza. L’acciaio si presta moto ad assumere forme personalizzate ed essere tagliato nelle parti interne al bordo della medaglia. È inoltre il materiale perfetto per incisioni a laser. Per esaltare il suo aspetto e la naturale lucentezza, se ne sconsiglia la cromatura. Invece una parziale verniciatura aiuterà non solo a valorizzare eventuali rilievi, ma a far risaltare la lucentezza del metallo attraverso il contrasto cromatico tra metallo nudo e smalto.

  • Alluminio

    L’allumino è un metallo estremamente abbondante sulla crosta terreste, della quale rappresenta l’8,3% del suo peso. Le proprietà dell’alluminio sono molteplici. L’elevata malleabilità, duttilità e plasticità permettono di far prendere all’alluminio qualunque forma.

    È un metallo antimagnetico e leggero (2,7 g/cm3), per questo è consigliato per medaglie di dimensioni medie e grandi. L’alluminio inoltre non si ossida, pertanto può essere lasciato nudo conferendo un moderno effetto alla medaglia. Qualora si preferisse colorarlo, l’alluminio non si limita agli smalti: può essere facilmente anodizzato. Quest’ultima caratteristica permette di produrre medaglie personalzzate con vividi colori metallizzati. Se da un lato le medaglie personalizzate in alluminio possono essere anodizzate di un solo colore, dall’altro è possibile applicarvi smalti di altri colori per enfatizzare un dettaglio. L’effetto finale delle medaglie personalizzate di questo tipo sarà moderno, con un aspetto vivacemente colorato e pratiche da indossare.

  • Rame

    Il rame è il primo metallo usato dall’umanità. Materiale nobile dall’elevato peso specifico (8,92 g/cm3), il rame è stato usato sin dall’antichità per pendenti e gioielli di vario tipo. Il suo colore varia dal giallo al rosso, a seconda dei minerali contenuti naturalmente in esso. Fra i più duttili metalli, è facile da fondere in uno stampo o imprimere su un conio, per quanto si presti poco alla lavorazione per incisione.

    Il rame si ossida in maniera elegante, assumendo naturalmente un aspetto antico e di valore. Per questo motivo è sconsigliabile placcare il rame, in quanto la patina del tempo impreziosisce naturalmente la medaglia. L’effetto finale di queste medaglie sportive personalizzate è elegante, solido e di valore.

  • Ottone

    l’ottone è una lega di rame e zinco dalle proprietà meccaniche straordinarie, il cui peso varia tra gli 8,4 e 8,7g/cm3. Ottoni con una bassa percentuale di zinco (10-15%) hanno colorazioni chiare e vengono chiamati similoro per l’aspetto lucente. Si lavorano facilmente a freddo e permettono di creare medaglie incise e intagliate. Ottoni a tenori maggiori di zinco (33-45%), hanno colorazioni più scure e vengono lavorati facilmente a caldo. Piccole percentuali di manganese ne aumentano la resistenza alla corrosione e conferiscono un colore più antico.

    L’ottone è facile da incidere e tagliare, perciò le medaglie personalizzate in ottone possiedono rifiniture estremamente dettagliate, che lo rendono ideale per lavorazioni di fino.

  • Bronzo

    Il bronzo è la più conosciuta delle leghe metalliche; è composta da rame e stagno. Tenori bassi di stagno (3-9%) danno bronzi facilmente lavorabili per incisione e al conio. Un bronzo ad alto tenore (21%) invece, è usto per la fusione nello stampo. Metallo dal peso importante (8,8g/cm3) il bronzo resiste alla corrosione dell’aria e dell’acqua di mare, e naturalmente sviluppa una patina antica che impreziosisce e protegge la medaglia. Per questi motivi le medaglie sportive personalizzate in bronzo hanno naturalmente un aspetto nobile, serio ed elegante, che non richiede lavorazioni aggiuntive.

  • Piombo-stagno

    Le leghe in piombo-stagno hanno un peso specifico di 9,4g/cm3 e offrono una grande duttilità e facilità di lavorazione. La caratteristica che solo questa lega possiede è che consente processi di fusione a getto centrifugato, coi quali si possono ottenere perfette rappresentazione 3D a 360°. Ciò è dovuto alla bassa temperatura di fusione ed alla bassa viscosità allo stato liquido, che permettono a questa lega di riempire anche il più piccolo dettaglio dello stampo.

    Per questi motivi questa lega è indicata per le lavorazioni più complesse, quasi scultorie, delle medaglie. Se ne consiglia la placcatura e/o smaltatura per far risaltare nella loro pienezza i dettagli tridimensionali di questo tipo di medaglie personalizzate.

  • Nichel

    Chiamato anche rame bianco, il nichel (8,90g/cm3) è di colore argenteo e lucente, estremamente duttile e resistente alla corrosione. Spesso combinato in lega, il nichel si lavora facilmente ed a prezzi più contenuti di altri metalli. Grazie alla sua accentuata duttilità, si presta ottimamente ai processi di coniatura. Ad esempio è largamente usato, oggi come nel passato, nella fabbricazione di monete.

    Per evitare possibili reazioni allergiche, se ne consiglia la cromatura o verniciatura, che risulta particolarmente brillate grazie al colore argenteo sottostante. L’effetto finale è una medaglia personalizzata dal peso consistente, con dettagli estremamente definiti e di grande effetto visivo.